Archivio dei tag sonno

DiMatteo Marangoni

Perché il sonno è così importante?

Il sonno è definito come uno stato di riposo contrapposto alla veglia. Può essere spiegato come “una periodica sospensione dello stato di coscienza durante la quale l’organismo recupera energia. Uno stato di riposo fisico e psichico. E’ caratterizzato dal distaccamento temporaneo della coscienza e della volontà. Dal rallentamento delle funzioni neurovegetative e dall’interruzione parziale dei rapporti sensomotori del soggetto. Il sonno è indispensabile per il ristoro dell’organismo. Come la veglia, è un processo fisiologico attivo che coinvolge l’interazione di componenti multiple del sistema nervoso centrale e autonomo.

Perché il sonno è così importante? Che cosa accade mentre dormiamo? Come reagisce il nostro cervello? Che cosa succede se dormiamo poco o troppo?

Per trovare risposta a queste ed altre domande, guarda il mio video:

Perchè il sonno è così importante? Iscriviti al Corso!

Per Info e PRENOTAZIONI chiama o scrivi un messaggio al 347 264 2647. La Prenotazione è OBBLIGATORIA e i POSTI sono LIMITATI.

 

Dr Matteo Marangoni Psicologo San Michele al Tagliamento, Psicologo Psicoterapeuta Mindfulness, psicologo san michele al tagliamento

DiMatteo Marangoni

Basta Stress! Dormi Bene anche Tu!

Basta Stress!

Oggi, 17 marzo 2017 è la giornata mondiale del sonno. Le statistiche affermano che 7 italiani su 10 dormono male e spesso la causa è lo stress. Ormai ne sentiamo parlare ad ogni angolo.

Conosciamo a memoria gli effetti negativi dello stress. Sappiamo pure perchè ci stressiamo. E come se non bastasse ogni giorno nasce un nuovo Guru (spesso senza nessuna base scientifica) pronto a propinarci la pillola magica anti-stress! Pochissimi ci hanno proposto qualcosa di davvero efficace, qualcosa che si impari e che funzioni davvero!

Tutto questo parlare di stress, è stressante già di per se. E poi c’è da fare, mica si può stare fermi! E nemmeno perdere tempo a pensare a come avere meno stress quando la lista di cose da fare è ancora lunga e si finisce per pensarci anche di notte! Sì, perchè in molti mi hanno scritto come si può fare per “staccare la spina“, almeno di notte!

E’ da qui che nasce l’idea di questo breve corso! Un modo facile, concreto, veloce ed efficace per dormire bene e “staccare la spina” almeno durante la notte.

Basta Stress! Dormi Bene!

Il sonno è un bisogno vitale. Se ci pensiamo un istante, trascorriamo circa un terzo della nostra vita dormendo. L’attività del dormire non solo è efficace nel permetterci di ricaricare le batterie, ma ci da anche molte altre opportunità. Ad esempio un buon sonno permette di facilitare la sedimentazione mnemonica. Oppure attraverso il sonno Rem è possibile sognare.

Le ricerche universitarie si stanno focalizzando nell’approfondire cosa accade durante il sognare e i primi risultati sono entusiasmanti. Sembra che sia una vera e propria attività cognitiva utile a ricevere intuizioni e soluzioni ai problemi della veglia. Esistono inoltre varie tipologie di sogni che possono influire sulle capacità di percepire la vita quotidiana come meno stressante.

Ho creato quindi un corso, di 4 appuntamenti, per RIDURRE lo stress e Tornare a DORMIRE BENE attraverso l’utilizzo della pratica Mindfulness. L’obiettivo di questo corso è propedeutico al corso successivo che sarà completamente dedicato al “SOGNARE”.

Se anche tu fatichi ad addormentarti, il tuo sonno non è rilassante, quando ti svegli sei più stanco di quando sei andato a dormire… e pensi continuamente ai tuoi impegni, non riesci a “staccare la spina” allora questo è il corso che fa per te!

Dormire bene influenza l’umore e il successo delle nostre giornate! Partecipa al corso di Meditazione Mindfulness e Sonno!

Mi raccomando, chiamate subito perchè i Posti sono limitati e vi ricordo che la Prenotazione è Obbligatoria.

Qui trovate il corso alla Pagina Facebook!

Per chi fosse interessato ad attivare il corso anche in altre zone mi contatti pure!

Vi aspetto in aula 🙂

 

Dr Matteo Marangoni, Psicologo Psicoterapeuta Mindfulness, Portogruaro, San Michele al Tagliamento, Eraclea

DiMatteo Marangoni

Le 6 strategie più efficaci per migliorare la qualità del sonno

Qualità del sonno? Dormire bene è importante.

Il sonno ristoratore, infatti, ci renderà più attivi, performanti e meno esposti al rischio di incidenti e stanchezza.
La mancanza di sonno, inoltre, aumenta le nostre ansie e preoccupazioni. Il meccanismo è semplice: più siamo stanchi, più enfatizziamo i problemi, più non riusciamo a dormire.

Le ultime cose che fai prima di andare a letto hanno un grande impatto sull’ umore e sono cruciali per la qualità e la quantità del tuo sonno.

Materasso-e-sistema-letto

Il tuo grado di soddisfazione e di successo sia nella vita privata che professionale dipendono dal benessere che provi a livello psicologico e fisico. E la qualità del sonno influisce profondamente su entrambi.

Ognuno di noi è diverso e quello che garantisce il successo nella vita, qualsiasi cosa tu intenda per successo, è l’atteggiamento mentale verso noi stessi, ciò che facciamo e gli altri.

Ci sono alcune abitudini che ci aiutano più di altre ad acquisire una mentalità positiva e a cominciare ogni giorno alla grande.

 

Ecco le 6 strategie più efficaci per migliorare la qualità del sonno:

1) Leggi

Gli esperti concordano che leggere sia l’abitudine più importante e di maggiore impatto soprattutto se inserita come ultima azione della giornata.

 

2) Medita e stacca l’interruttore dal lavoro/studio/attività

La maggior parte delle persone di successo medita almeno 10 minuti prima di andare a dormire.

Fai uscire completamente il lavoro dalla tua mente prima di addormentarti.

Meditare è la chiave per rilassare il proprio corpo e calmare la mente.
Dieci minuti di meditazione possono essere l’interruttore che stai cercando per spegnere la mente e lasciare scivolare via ogni pensiero.

 

Cagnolino_che_dorme

3) Rifletti su almeno 2 cose belle della giornata trascorsa

Prima di coricarti concediti alcuni minuti per passare in rassegna la giornata appena trascorsa e trova almeno 2 cose belle che sono successe e che hai apprezzato.

Possono essere un piccolo successo al lavoro, un buon pranzo o semplicemente il sole che è sorto.

È una buona strategia per entrare in uno stato mentale positivo che ti faciliterà nell’addormentamento.

 

4) Fai una lista delle cose da fare

Se vuoi dormire bene, lascia le preoccupazioni e le cose “da fare-pensare” sul comodino. Metti nero su bianco la lista di cose a cui dovrai pensare il giorno successivo, così la tua mente potrà dedicarsi interamente al riposo.

 

5) Pianifica il tuo sonno

Rispetta la tua necessità di dormire per circa 8 ore a notte.

Questo ti renderà più produttivo, dinamico e in grado di gestire le richieste quotidiane. Andare a dormire circa alla stessa ora ogni sera è una abitudine fondamentale per un sonno sano.

 

6) Immagina i successi dei giorni successivi

Sdraiati e immagina la gioia che proverai quando avrai concluso con successo quel progetto, immagina di abbracciare una persona che ami, immagina di camminare verso il lavoro col sorriso.


Curiosità – Il Sonniloquio 

Parlare nel sonno è una normale manifestazione dell’attività notturna del cervello, che non si “addormenta” completamente ma continua a formulare pensieri, indipendentemente dal fatto che stiamo sognando o no. In alcuni casi questi pensieri ci portano a parlare ad alta voce e a formulare anche frasi di senso compiuto.

La persona può parlare nel sonno in qualsiasi momento e fase del sonno stesso, anche se è più comune che lo faccia nelle fasi più profonde.
Durante il sonno REM si verifica ciò che è noto come il “sonno paradosso”, un fenomeno in cui l’attività cerebrale è molto intensa e i sogni sono particolarmente vividi. Durante questa fase si verifica di solito una disconnessione muscolare ma capita che questo meccanismo non funzioni sempre bene ed ecco che possono sfuggire delle parole a voce alta.

Possiamo anche parlare nel sonno durante quelli che si conoscono come “sogni transitori“; cioè, i sogni propri di quella fase in cui non siamo ancora completamente addormentati ma neppure abbastanza svegli. In quei momenti, la disconnessione muscolare non è ancora stata completata e quindi può capitarci di pronunciare alcune frasi durante il sonno.

Credi ti sia mai accaduto di parlare nel sonno? Commenta qui sotto, sarò felice di interpretare i tuoi sogni e parlarti di questo “mondo” ancora poco conosciuto.

 

Dr Marangoni, San Michele al Tagliamento, Psicologo Psicoterapeuta Mindfulness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: