Archivio dei tag assertività

DiMatteo Marangoni

Dire NO senza sentirsi in colpa

In questo articolo approfondiremo come fare a dire NO in modo convincente e SENZA sentirsi in colpa.

Su internet si possono trovare un gran numero di pubblicazioni e spunti anche interessanti su come imparare a dire NO. C’è chi suggerisce strategie, chi propone di rispondere con altre domande, ognuno ha la sua più o meno personale interpretazione di come si dovrebbe fare.

Questo articolo vuole differenziarsi dalle solite spiegazioni proponendo una prospettiva più intrigante. Che cosa si prova nel sentirsi dire NO?

In questo video viene proposta una nuova chiave di lettura che trasformerà radicalmente la vostra idea di Dire No senza sentirsi in colpa.

Se vi siete persi il primo video sull’Assertività ecco qui il link, buona visione.

Per domande e dubbi scrivetemi pure nel form qui sotto, oppure contattatemi su Facebook alla mia pagina Dr Matteo Marangoni Psicologo.

Se il video vi è piaciuto condividetelo con i vostri amici. Grazie Mille, Alla prossima puntata!

 

Dr Matteo Marangoni psicologo eraclea, psicoterapeuta eraclea, mindfulness eracleagliamento, Psicologo Eraclea, Psicologo Pordenone
DiMatteo Marangoni

Si può imparare a dire di no?

E  Tu, sai dire di NO?

C: “Ti aspettiamo alla solita ora e non accetto un NO come risposta!”

N: “Noi ci siamo occupati di gran parte dell’organizzazione, sappiamo che hai poco tempo libero ma l’ultima parte falla tu”

 

F: “Ho bisogno del tuo aiuto, posso venire fra 10 minuti? So che sei impegnata ma trova un pò di tempo anche per me!”

C., N., ed F., sono 3 esempi di richieste che probabilmente in molti si sono sentiti rivolgere nella vita di tutti i giorni. Con toni, modalità, contenuti diversi, più o meno persuasivi, più o meno ricattatori, queste richieste potrebbero metterci in difficoltà nel formulare una risposta. Tale risposta deve tener conto delle nostre personali esigenze e bisogni, legati all’autostima.

 

Perchè diciamo sì? Quali sono le nostre paure? Si può imparare a dire di no? Come si fa?

In questo video inizierete a trovare alcune interessanti risposte.

Per domande e dubbi scrivimi pure nel form che trovi qui sotto, oppure contattami su Facebook alla mia pagina Dr Matteo Marangoni Psicologo.

Se il video ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici. Grazie Mille, Alla prossima puntata!

 

Dr Matteo Marangoni psicologo pordenone, psicoterapeuta pordenone, mindfulness pordenonearo, Psicologo Eraclea, Psicologo Pordenone
DiMatteo Marangoni

Troppa EDUCAZIONE fa male alla salute

Psicologo della salute Essere troppo educati potrebbe influire sulla salute.

D: “Non finiva più di parlare, però, per EDUCAZIONE, ho aspettato che finisse il discorso e sono arrivato in ritardo!”

E: “Sì, perchè poi l’hai mai sentito al telefono? Non parla, urla direttamente.. ad un certo punto credevo di aver ‘perso l’udito’ da un orecchio! Per EDUCAZIONE non ho detto niente e ho aspettato che si sfogasse!”

T: “Mi ha messo in una situazione imbarazzante, al supermercato ci guardavano tutti ma lui ha continuato a fare domande fuori luogo.. per EDUCAZIONE ho fatto finta di niente ma poi mi è venuto un gran mal di stomaco!”

Una persona educata va d’accordo con tutti e sarà sempre rispettata. In Teoria. psicologo della salute

L’EDUCAZIONE è fondamentale. E’ necessaria per vivere in un mondo più civile, per rispettarsi a vicenda. Si insegna ai figli affinchè possano crescere e usufruire di numerosi spasi condivisi. Una persona educata se la saprà cavare nella vita con onore e dignità.

E una persona ‘troppo educata’? Gli estremi in qualsiasi argomento sono molto spesso discutibili. Troppa Educazione, in casi come quelli di D., E., T., sono acceleratori di una percezione di stress che si aggiunge al ‘tram tram’ quotidiano.

La troppa educazione di T. si è già trasformata in un sintomo, possiamo definirla una somatizzazione. Per EDUCAZIONE evito di agire ad uno stimolo disturbante per la mia salute psico-fisica-sociale, scongiurando la mia personale preoccupazione di mettere a disagio l’altro. Il risultato è un mal di stomaco probabilmente indice di qualcosa che non riesco a digerire.

Ci sono alcuni punti però che dobbiamo chiarire:

  1. Abbiamo definito ‘TROPPA EDUCAZIONE’ quella che invece è definibile come ridotta ASSERTIVITA’ (capacità di dire di NO).
  2. “Scongiurando la mia personale preoccupazione di mettere a disagio l’altro” è la mia personale chiave di lettura della situazione e non è detto corrisponda a ciò che l’altro sta percependo (modo pensare alla realtà).
  3. Se le prospettive di lettura della situazione sono diverse anche le valutazioni emotive sono diverse. Potrebbe essere che l’altro vi stia mettendo alla prova per comprendere quanto siete disposti a resistere prima di pronunciare il vostro NO.
  4. La definizione di SALUTE dell’OMS (Organizzazine Mondiale della Sanità) afferma che SALUTE significa BENESSERE fisico, psichico, sociale e non solo assenza di malattia.

Eccoci quindi alla morale finale.

Impariamo a riconoscere l’EDUCAZIONE e quando ci sembra troppa chiamiamola necessità di essere ASSERTIVI. Ogni volta che pensiamo a quello che gli altri potrebbero dire o pensare, ricordiamoci che siamo noi a formulare questi stessi pensieri e non è assodato che corrispondano a ciò che davvero gli altri pensano. Ricordiamoci più spesso della nostra SALUTE intesa come BENESSERE psico-fisico-sociale e non solo come assenza di malattia.

Nel prossimo articolo parleremo di come riuscire ad essere ASSERTIVI, a presto!

psicologo della salute

Dr Matteo Marangoni Psicologo San Michele al Tagliamento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: