Archivio per Categoria PSICOLOGIA

DiMatteo Marangoni

Troppa EDUCAZIONE fa male alla salute

Psicologo della salute Essere troppo educati potrebbe influire sulla salute.

D: “Non finiva più di parlare, però, per EDUCAZIONE, ho aspettato che finisse il discorso e sono arrivato in ritardo!”

E: “Sì, perchè poi l’hai mai sentito al telefono? Non parla, urla direttamente.. ad un certo punto credevo di aver ‘perso l’udito’ da un orecchio! Per EDUCAZIONE non ho detto niente e ho aspettato che si sfogasse!”

T: “Mi ha messo in una situazione imbarazzante, al supermercato ci guardavano tutti ma lui ha continuato a fare domande fuori luogo.. per EDUCAZIONE ho fatto finta di niente ma poi mi è venuto un gran mal di stomaco!”

Una persona educata va d’accordo con tutti e sarà sempre rispettata. In Teoria. psicologo della salute

L’EDUCAZIONE è fondamentale. E’ necessaria per vivere in un mondo più civile, per rispettarsi a vicenda. Si insegna ai figli affinchè possano crescere e usufruire di numerosi spasi condivisi. Una persona educata se la saprà cavare nella vita con onore e dignità.

E una persona ‘troppo educata’? Gli estremi in qualsiasi argomento sono molto spesso discutibili. Troppa Educazione, in casi come quelli di D., E., T., sono acceleratori di una percezione di stress che si aggiunge al ‘tram tram’ quotidiano.

La troppa educazione di T. si è già trasformata in un sintomo, possiamo definirla una somatizzazione. Per EDUCAZIONE evito di agire ad uno stimolo disturbante per la mia salute psico-fisica-sociale, scongiurando la mia personale preoccupazione di mettere a disagio l’altro. Il risultato è un mal di stomaco probabilmente indice di qualcosa che non riesco a digerire.

Ci sono alcuni punti però che dobbiamo chiarire:

  1. Abbiamo definito ‘TROPPA EDUCAZIONE’ quella che invece è definibile come ridotta ASSERTIVITA’ (capacità di dire di NO).
  2. “Scongiurando la mia personale preoccupazione di mettere a disagio l’altro” è la mia personale chiave di lettura della situazione e non è detto corrisponda a ciò che l’altro sta percependo (modo pensare alla realtà).
  3. Se le prospettive di lettura della situazione sono diverse anche le valutazioni emotive sono diverse. Potrebbe essere che l’altro vi stia mettendo alla prova per comprendere quanto siete disposti a resistere prima di pronunciare il vostro NO.
  4. La definizione di SALUTE dell’OMS (Organizzazine Mondiale della Sanità) afferma che SALUTE significa BENESSERE fisico, psichico, sociale e non solo assenza di malattia.

Eccoci quindi alla morale finale.

Impariamo a riconoscere l’EDUCAZIONE e quando ci sembra troppa chiamiamola necessità di essere ASSERTIVI. Ogni volta che pensiamo a quello che gli altri potrebbero dire o pensare, ricordiamoci che siamo noi a formulare questi stessi pensieri e non è assodato che corrispondano a ciò che davvero gli altri pensano. Ricordiamoci più spesso della nostra SALUTE intesa come BENESSERE psico-fisico-sociale e non solo come assenza di malattia.

Nel prossimo articolo parleremo di come riuscire ad essere ASSERTIVI, a presto!

psicologo della salute

Dr Matteo Marangoni Psicologo San Michele al Tagliamento

DiMatteo Marangoni

Coppia annoiata? Scopri 4 consigli Facili

Coppia psicologo eraclea

annoiata?

“Basta, facciamo sempre le stesse cose..! Guarda se devi farmi vivere così per il resto della vita allore è meglio che..!?”

L’Amore? Va coltivato in coppia giorno dopo giorno. coppia psicologo eraclea

Si parla sempre dell’Amore e quando cala la noia si ha la sensazione che sia a causa dell’affievolirsi di quel sentimento. “Ma è normale, dopo l’innamoramento inizia la fase in cui si sta insieme senza tanti altri colpi di scena.” L’avete mai sentito dire da qualche amico/amica? Vi sembra proprio così normale?

Quando si è una coppia da tempo può accadere che la relazione subisca l’influenza di cattive abitudini. Spesso però ci si dimentica di essere una coppia ovvero 2 persone che possono fare la differenza.

Ecco 4 consigli utili per allontanare la noia e ritrovare il fervore dell’Amore:
1. Non rimuginate sul passato
Il passato è passato. Al vostro fianco c’è una persona che nel frattempo è cambiata grazie anche alla vostra presenza. Serve a qualcosa rimuginare sul passato? No. Concentrantevi sul presente.

2. Essere pro-attivi
Ora che avete abbandonato la tendenza a focalizzarvi solo sulle lamentele, cercate e proponete attivamente cose da fare insieme, senza aspettare che sia l’altro/a a far il primo passo.

3. Cambiate le abitudini
Cambiare un abitudine è un obiettivo teorico elevato. Iniziate con una “modificazione sul tema”. Modificate qualcosa della routine di coppia, sperimentate una piccola novità, una cena romantica, un viaggio, un’uscita oltre la solita “zona di comfort”.

4. La ri-prova sociale.
Parlate delle vostre novità, dei vostri desideri, condividete ciò che avete in mente e comunicatelo al vostro partner. Dopo aver sperimentato la novità “sondate il terreno”, quali nuove porte si sono aperte?

 

Dr Matteo Marangoni Psicologo, psicologo eracleacoppia psicologo eracl

DiMatteo Marangoni

#PsicologiVeneti Depressione? Parliamone

depressione

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di dedicare la giornata mondiale della Salute, il 7 aprile, al tema della depressione. Una scelta importante a cui è fondamentale dare appoggio e massima condivisione.

Il messaggio che l’OMS vuole lanciare è avere il coraggio di parlare di depressione. Per questo ha predisposto una campagna chiamata “Let’s Talk” i cui materiali e contenuti si possono trovare al seguente link (http://who.int/campaigns/world-health-day/2017/en/).

L’Ordine degli Psicologi del Veneto ha colto e aderito alla richiesta dell’OMS: “Crediamo molto nel contributo che ciascun professionista può dare” queste le parole del Presidente Dott. De Carlo.

In qualità di Psicologo Psicoterapeuta Mindfulness ho contribuito registrando un piccolo video auto-prodotto in cui lanciare un messaggio di sostegno e speranza. Professionalmente ho integrato la meditazione Mindfulness nella mia pratica psicoterapeutica. Scopri come si può fare, clicca sul video! 

La depressione non è una debolezza. Lo psicologo psicoterapeuta è la professione più indicata per trovare finalmente una soluzione.

Se hai domande, dubbi, perplessità, scrivimi o chiamami subito, è importante, parliamone!

Tel. 347 264 2647

Mail: dr.matteo.marangoni@gmail.com

Dr Matteo Marangoni Psicologo, psicologo portoguraro
DiMatteo Marangoni

La felicità, Leggi come si fa

La felicità è raggiungibile. Secondo la psicologia si tratta di un’attitudine che ognuno di noi può apprendere. E’ necessario modificare il proprio punto di vista sulle cose e coltivare l’ ottimismo. Possiamo educare il nostro cervello alla felicità allenandoci con 2 strategie.

La felicità si può allenare:

1. Contate Tre cose belle della vostra giornata

La prossima settimana, prima di andare a letto, concedetevi ogni sera dieci minuti. Scrivete tre cose che sono andate bene durante la giornata e perché. Potete annotarlo sul diario o sul computer, l’importante è tenerne traccia. Non servono eventi straordinari. Provate a trovare il buono in ciò che vi accade (anche se inizialmente o apparetentemente non sembra).  Accanto ad ogni avvenimento positivo, rispondete alla domanda: “Perché è successo?” (Attribuitevi un pò di bravura).
Uno dei motivi per cui le persone anziane sono più felici è perché ricordano il bene e dimenticano il male.

2. Raccontatevi la giusta versione di ciò che vi accade

Una visione inadeguata della propria vita può causare la depressione. Gli psicoterapeuti aiutano a “riscrivere” la propria storia da una prospettiva diversa. Questa tecnica, talvolta, può risultare anche più efficace dei farmaci.

“Secondo lo psicologo Michele Crossley, la depressione deriva spesso da una “storia incoerente”, una “inadeguata narrazione di sé” o da una “storia finita male”. La psicoterapia aiuta le persone infelici a imprimere una direzione ai propri vissuti, fornisce loro una narrazione con cui possono convivere. E funziona.
Avere un “Giudizio Retrospettivo” (il senno di poi) significa ripensare agli eventi e aggiungervi una nota positiva. Le persone felici lo fanno automaticamente, ma è qualcosa che si può imparare da sé.

E quando si parla di futuro, siate ottimisti. L’ottimismo può rendervi più felici.

 

Dr Matteo Marangoni Psicologo Eraclea, Psicologo Psicoterapeuta Mindfulness, psicologo eraclea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: